Перевести страницу

Le Notizie nostre

Perché investire in Crimea?

investire in crimeaSono passati più di 3 anni dal referendum con il quale i crimeani hanno votato per la riunificazione con la Russia.

 

Nonostante le sanzioni adesso si intravedono buone prospettive per quanti vogliono investire nel mercato immobiliare della Crimea o insediare qui l'attività industriale. 

 

Il momento è particolarmente favorevole per diverse ragioni:

 

1) il mercato ha subito un forte rallentamento a causa della crisi finanziaria russa e i venditori hanno abbassato molto i prezzi;

 

2) l’economia della  Crimea sta dando chiari segnali di ripresa. In proposito si segnala che dal 1 gennaio 2015 è entrata in vigore la legge “Sullo sviluppo della regione federale della Crimea e sulla Zona Economica Libera dei territori della Repubblica della Crimea e della città federale di Sebastopoli”, una legge che resterà in vigore per i prossimi 25 anni con un regime particolare per l’imprenditoria e gli affari che includono tassazioni e procedure doganali agevolate: nessuna imposta allo Stato russo per i primi 10 anni di attività e aliquote ridotte per le tasse da pagare alla Repubblica di Crimea (2% per i primi 3 anni, 6% dal 4º all’8º  anno, 13,5 % dal 9º anno in poi). Questo significa che prossimamente i prezzi dei terreni edificabili e ad uso agricolo e degli immobili torneranno a salire. 

 

Per gli imprenditori europei c’è la possibilità di lavorare con il mercato russo alle condizioni speciali previste per chi investe in Crimea. 

 

Dopo l’introduzione delle sanzioni e anche per il cambio sfavorevole, il flusso di turisti russi verso l’Europa è diminuito. Sta invece aumentando visibilmente quello verso la Crimea, una terra che i russi stanno riscoprendo, con un grande impulso per il turismo, un settore che sta rapidamente ammodernandosi e che necessita di potenziare la sua capacità ricettiva, il settore della ristorazione e le opportunità di svago. 

 

La costruzione del ponte sullo stretto di Kerch, che sarà ultimato entro il 2019, darà un grandissimo impulso all’economia crimeana e in questa prospettiva – date anche le notevoli agevolazioni fiscali – si evidenzia il proficuo momento storico in cui conviene investire in Crimea.

 

Si riportano di seguito alcuni parametri da cui si evince la convenienza ad investire rapidamente in Crimea:

 

1) Quali sono i settori in cui conviene investire?

Agricoltura, 

Edilizia, 

Immobiliare,

Manifatturiero, 

Zootecnia


Si riportano di seguito i principali dati statistici da cui si desume il perché di tali priorità economiche: 

...

La Crimea ha circa 2,5 milioni di abitanti ed oltre 5 mln di turisti provenienti dalla Russia. 

...

  

2) Vi è la possibilità di avere 1 partner affidabile per creare Società di diritto russo con sede in Crimea?

Le istituzioni governative e la Business Community di Crimea sostengono l'individuazione di partner locali, favorendone l'incontro, la conoscenza e la possibile collaborazione duratura sul piano della produzione in loco e la necessaria rete distributiva. 

 

3) Vi sono opportunità di accesso a finanziamenti agevolati disposti dal Governo locale?

In proposito esistono programmi federali per il settore dell'agricoltura che prevedono contributi a fondo perduto fino all'80% delle spese effettivamente sostenute e quietanzate. 

Inoltre, si segnalano le seguenti ulteriori opportunità di strumenti di finanza agevolata di derivazione russa:

...

4) Il costo dell'energia: 


  • Energia elettrica 5 rub/1 kWt (0.08 euro); 
  • Gas 7,2-8 rub/1mc (0.11-0.13 euro)


 

5) Il costo del lavoro: 

Un dipendente aziendale con funzioni esecutive riceve di norma il seguente salario mensile

26.500 rubli pari ad € 450 comprensivi di oneri fiscali, sociali e previdenziali. Il stipendio mensile dipende dalla zona e dallo tipo ti attivitta’

Nella prassi il premio di produzione consiste in una mensilità aggiuntiva all'anno.

 

6) Le barriere doganali in termini di export?

Siccome la Crimea non è dotata di dogana propria, le merci straniere accedono nel mercato locale dai gate russi, quali Novorossiysk, Mosca, Rostov-na-Donu ecc, per citare i più importanti accessi rivolti all'Europa occidentale. 

7) Il settore della logistica e dei trasporti.

In Crimea le merci e i passeggeri utilizzano l'aeroporto internazionale di Simferopoli e le linee di navigazione verso la Russia. 

Il sistema viario è così articolato:

a) ferroviario - ubicazione e caratteristiche;

b) strade di grande comunicazione - ubicazione e caratteristiche;

Il parco auto immatricolato in Crimea al 31/12/2016 ammontava a unità xxxx così articolato:

a) autoveicoli uso commerciale;

b) autoveicoli uso privato;

c) motoveicoli. 

Il parco imbarcazioni immatricolato in Crimea al 31/12/2016 ammontava a unità xxxx così articolato:

a) mercantile;

b) privato. 


8) Il sistema portuale: 

I porti della Crimea si compongono delle seguenti categorie civili:

a) mercantile - ubicazione e caratteristiche;

b) passeggeri - ubicazione e caratteristiche;

c) croceristico - ubicazione e caratteristiche;

d) peschereccio - ubicazione e caratteristiche;

e) diportismo nautico - ubicazione e caratteristiche. 


9) Gli investimenti esteri al 31/12/2016 risultavano pari a xxx ed erano così articolati:

a) agricoltura xx

b) zootecnia xx

c) edilizia xx

d) immobiliare xx

e) manifatturiero xx

f) turistico-alberghiero xx

g) altro xx


10) La provenienza degli investitori esteri al 31/12/2016 risulta così articolata:

a) Unione Europea xx

b) UEEA xx

c) Turchia xx

d) Paesi Arabi xx

e) USA xx

f) altro xx